Pubblicato da: chinonrisica | 20 dicembre 2017

Natale e il nido.

Il Natale ormai prossimo mi rende malinconica e un po’ spaesata.

Da quando abbiamo traslocato e i miei figli sono andati a vivere altrove in modo quasi improvviso e repentino, penso spesso alla nostra vecchia casa ora vuota, alla nostra vecchia vita, terminata quasi di colpo e non certo in modo indolore.

E’ naturale che ciò avvenga, ma forse non doveva succedere così: casa nuova, famiglia dimezzata, solitudine e anni che passano rapidi. Immaginavo una casa piena di affetti e di calore. Ritrovo una vita di coppia tenera, ma avvizzita; svuotata da quelle personcine che l’hanno travolta, rivoluzionata, scioccata, riempita nel corso degli anni.

E che se ne sono andate, forse come ho fatto anch’io, ma come non prevedevo fosse fatto a me. Ognuno ritiene di avere dato il massimo ai propri figli, di vedere almeno un po’ riconosciuta l’enorme fatica dell’educare, consolare, gestire….Invece ci si trova soli. E non è mia abitudine chiedere o impormi. Ancora più sola, quindi.

Ma accendo le luci dell’albero e quelle del balcone.  Natale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: