Pubblicato da: chinonrisica | 5 maggio 2014

TASI? No, grazie!!

Il 7 marzo 2014 il Presidente della Provincia Ugo Rossi, l’Assessore alla Coesione territoriale Carlo Daldoss e il Presidente del Consiglio delle Autonomie  Paride Gianmoena firmavano un protocollo di intesa in materia di finanza locale in cui era scritto ( pag.7) che per il 2014 ” si stima un incremento della pressione fiscale complessiva , rispetto al 2013, di circa 15,6 milioni di euro”.
Uno stanziamento provinciale di circa 5 milioni di euro ( stanziamento derivato dal bilancio provinciale, quindi sempre da denari del contribuente) consentirà di far aumentare la pressione fiscale di “soli” 10,6 milioni di euro per quest’anno.
Si tratta di circa 20 euro per ogni abitante del Trentino, neonati compresi. Se poi calcoliamo che anche lo stanziamento di 5 milioni effettuato dalla Provincia deriva da entrate pubbliche, la cifra sale a 31 euro circa per ognuno di noi.
Per far fronte alle spese,i Comuni hanno dovuto applicare, all’interno della famigerata I.U.C., un nuovo tributo, la TASI.
La “neo acquisita competenza primaria provinciale in materia di tributi locali”, utilizzando le parole del suddetto Protocollo, avrebbe dovuto garantirci una pressione fiscale minore o, quantomeno, una maggior trasparenza nella gestione del rapporto tributario con l’ente pubblico.Invece anche il Trentino si destreggia con la IUC, che contiene l’IMU, la TASI e la TARI. Nomi diversi, aliquote diverse e trattamenti differenziati.
Proprio in questi giorni la Provincia di Bolzano, utilizzando la stessa “neo acquisita competenza” ha trasformato le imposte comunali istituite con leggi statali in un unico tributo, l’Imposta Municipale Immobiliare, con il potere per ogni Consiglio comunale, di stabilire l’aliquota ordinaria, ridotta o maggiorata, nonchè la detrazione per l’abitazione principale.
Semplice ed efficace.Autonomia vera. Ogni cittadino, secondo una realizzazione autentica e matura del federalismo fiscale, saprà valutare la capacità dei propri rappresentanti di modulare l’imposta, in obbedienza ad una logica contributiva che deve essere, secondo il dettato costituzionale,  sempre progressiva.
In Trentino, invece, i Sindaci hanno consentito che la Provincia riproducesse il panorama  tributario nazionale introducendo quella che a tutti gli effetti è un’addizionale IMU. Esautorando i Consigli comunali, eliminando ogni specificità locale, evitando di rispondere agli elettori di scelte che si fanno ricadere, sempre e solo nel bene e nel male, su di una ineffabile e intoccabile Provincia e immaginando infine che un’imposta potesse diventare  tassa solo cambiandole il nome. Perchè la TASI è imposta sotto tutti i profili, ancor più nella nostra provincia che ha voluto esentare gli inquilini dal pagamento che la norma statale prevedeva. Se è vero che la TASI ( acronimo di TAssa sui Servizi Indivisibili) ,  finanzierà i servizi  di cui tutti godono, come le strade, i parchi e l’illuminazione pubblica, perchè esentare dal pagamento alcuni cittadini a scapito di altri? Mario Falcucci, presidente della sezione autonomie della Corte dei Conti  ha recentemente affermato che  la “TASI  non ha proprio nulla di imposta sui servizi,ma è una patrimoniale a tutti gli effetti”.
Una patrimoniale iniqua, con il difetto di gravare  di più su chi ha di meno. Soprattutto una patrimoniale che in Trentino poteva essere in buona parte evitata, magari esentando tutte le prime case. Sarebbe bastato destinare quanto accantonato nel fondo Family alla copertura dei mancati incassi derivanti dall’imposta.
I ricorsi ci sarebbero stati, ma la politica, finalmente coraggiosa e conscia della propria funzione, avrebbe riguadagnato credibilità.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: