Pubblicato da: chinonrisica | 22 ottobre 2013

U….come Università

L’Università di Trento è una realtà consolidata e ben riuscita.  Con un po’ di numeri possiamo dire che ha 16325 studenti,10 dipartimenti e 3 centri di Ateneo, 25 corsi di laurea di 1 livello e  29 corsi di laurea di 2 livello, 6 master e 15 scuole di dottorato.

L’Università degli Studi di Trento nacque nel 1962 come “Istituto Universitario Superiore di Scienze Sociali”, ad opera di  Bruno Kessler. L’istituto sarebbe divenuto poi la prima facoltà di sociologia istituita in Italia.

La città ha vissuto dapprima con un certo timore l’invasione pacifica degli studenti, che poi però l’hanno resa più viva e giovane. Ma  l’Ateneo e la sua gestione hanno fatto gola ad un potere provinciale sempre più ansioso di assicurarsi spazi di “provincializzazione”….. Così nel novembre 2009, in un ristorante milanese, Lorenzo Dellai , Giulio Tremonti, Roberto Calderoli e Luis Durnwalder hanno stipulato un accordo, il cosiddetto Patto di Milano, che trasferiva le competenze sull’università alla Provincia Autonoma di Trento.

Per concretizzare l’accordo la Provincia insediò una Commissione  con il compito di redigere un documento che esprimesse gli indirizzi  per attuare le nuove linee generali  al fine di rivedere l’intera gestione dell’ateneo. e realizzare un radicale cambiamento di rotta.

Il processo di provincializzazione si mostrò subito come il tentativo, l’ennesimo, di introdurre la politica dellaiana anche nel mondo che avrebbe dovuto essere più avulso dalla politica stessa: il mondo della conoscenza e della cultura.

Ciò che alla conventicola democristiana al governo in Trentino era  riuscito senza colpo ferire in materia di scuola superiore ( ridotta ormai a mera esecutrice delle direttive della Giunta Provinciale),  risulta più difficile nel mondo accademico, abituato a maggiore indipendenza ( forse anche a maggiore autoreferenzialità). Si susseguono proteste, dimissioni, botta e risposta a suon di editoriali sui giornali locali e nazionali   http://www.jus.unitn.it/users/pascuzzi/diario_di_una_delega/linee_guida/stampa/Venerd%C3%AC_Repubblica_5mar_delega_universita.pdf

Il prorettore  vicario,professor Giovanni Pascuzzi, decide di dimettersi nell’ottobre 2011 perchè ritiene che se” gli esterni in Commissione sono addirittura in maggioranza il principio costituzionale ( art.33 comma 6″Le Istituzioni di Alta cultura, Università ed Accademie, hanno il diritto di darsi ordinamenti autonomi nei limiti delle leggi stabilite dallo Stato”)non viene rispettato.”

Il professor Pascuzzi resterà pacatamente critico nei confronti dell’operazione di provincializzazione e ne effettuerà un resoconto lucido e dettagliato nel suo libro” Università: diario di una svolta autoritaria- la provincializzazione dell’Ateneo di Trento”. Dal suo sito traggo il rinvio alla nutrita rassegna stampa dell’epoca

http://www.jus.unitn.it/users/pascuzzi/diario_di_una_delega/linee_guida/home.html

Che dimostra quante e quali fossero le preoccupazione dei docenti e quali le risposte, spesso arroganti, della politica e dei suoi onnipresenti lacchè.

Oggi l’Università di Trento è finanziata solo in parte dalla Provincia, che invece millanta un finanziamento totale, e l’approvazione dello Statuto ha provocato nuove ondate di dimissioni e proteste, anche per l’esclusione dei dottorandi dal Consiglio di amministrazione dell’Università.

Il rischio, da molti evidenziato, è che l’Università, che rivendica autonomia, diventi, in realtà, con l’approvazione della legge di attuazione che concretizza la delega,uno dei tanti dipartimenti provinciali in mano alla burocrazia politicizzata.

E il Dipartimento della Conoscenza, fantasma della Sovrintendenza scolastica e dell’antico Provveditorato agli Studi, è lì a dimostrare che è possibile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: