Pubblicato da: chinonrisica | 10 ottobre 2013

N…..come Neve artificiale

Noto un certo timore ad affrontare, in questa campagna elettorale, il tema del turismo.
Si fa un gran parlare del turismo sostenibile, ma in che cosa consista questo tipo di turismo e che cosa si debba fare per assicurarcene i benefici non è chiaro. Eppure esiste un organismo il C.I.P.R.A (http://www.cipra.org/it/CIPRA), Commissione internazionale per protezione delle Alpi, che ha elaborato un rapporto sul “Turismo nel cambiamento climatico”.
http://www.altarezianews.it/wp-content/uploads/2012/01/rapportoCipra_neve_turismo_2012.pdf
nel quale si invita a valutare il progressivo cambiamento climatico nella modulazione dell’offerta turistica. Inverni sempre meno nevosi, pioggia più frequente, temperature non troppo rigide per lunghi periodi dell’anno rendono impensabile una propsta sciistica senza alternative, magari basata sull’innevamento artificiale. Occorre ricordare che il 70% dei 4.700 chilometri di piste in Italia, usa neve artificiale, soprattutto nel primo mese di apertura degli impianti. Per molti impianti sciistici, infatti, non si hanno i 30 cm minimi per avere una pista da sci di buona qualità. Per l’innevamento artificiale vengono usati 95 milioni di metri cubi d’acqua e 600 GWh di energia all’anno per una spesa di 136.000 euro per ettaro di pista.
Ma l’acqua non era un bene comune? Per di più scarso e prezioso?
Non solo l’acqua, ma anche gli elicotteri ( e il volo in quota, cosiddetto eliturismo, è vietato in provincia di Trento perchè di pesante impatto sul delicato ecosistema montano….) servono per trasportare la neve dai luoghi in cui è “fabbricata” a quelli in cui “serve”. Come a Folgaria nel dicembre 2011: la neve, prodotta dai cannoni a quote più basse a causa dell’inversione termica, è stata trasportata in elicottero, un Eurocopter AS350 Écureuil della Lagorair, dai 1350 m del Fondo Grande ai 1700 di Cima Pioverna.
Naturalmente il finanziamento di queste operazioni di marketing turistico, a mio avviso un po’ kitsch, avviene attraverso Trentino Sviluppo. Una delle tante società di sistema della Provincia Autonoma di Trento, che utilizza il denaro dei contribuenti per favorire un turismo ormai non più compatibile con i cambiamenti climatici e con le disastrate economie familiari italiane. http://trentinocorrierealpi.gelocal.it/cronaca/2010/12/27/news/monte-baldo-tre-milioni-per-la-neve-garantita-1.3887081
http://www.visittrentino.it/it/vacanze_a_tema/neve/ski_area/dett/ski-area-polsa-san-valentino.
Il W.W.F. ha stilato un decalogo di proposte per il turismo sostenibile nelle Alpi.
Queste regole sono:
1) ACQUA: Gestire l’acqua secondo le Direttive europee in particolare per quanto riguarda l’innevamento artificiale –
2) BANCA DATI NEVE: istituire una banca dati sulle precipitazioni nevose –
3) LINEE GUIDA SOSTENIBILITA’: promuovere linee guida a livello alpino –
4) PIANI PER IL TURISMO: redigere piani partecipati di sviluppo turistico a livello regionale –
5) NATURA 2000: rispettare le prescrizioni indicate per le Zone a protezione Speciale per la conservazione della biodiversità –
6) CONVENZIONE ALPI E SCI: stop a nuovi impianti al di sotto dei 1.300 metri e riconversione dell’esistente –
7) FINAZIAMENTI: finanziare le iniziative previste dalla Convenzione delle Alpi –
8) ENERGIA: favorire iniziative amiche del clima per il risparmio energetico –
9) SPORT: redigere linee guida per le attività outdoor per diminuire gli impatti sulle aree naturali –
10) TURISMO E SPECIE: valorizzare la presenza di orsi, lupi e linci in chiave turistica.
La montagna, nel tempo, ha dovuto adattarsi a cambiamenti importanti, ma che rispettavano le sue caratteristiche e la sua dignità. Naturalmente mi rendo conto che per gli operatori turistici la neve è fondamentale e la sua assenza può comportare enormi difficoltà economiche. Ma l’imprenditore lungimirante cerca di adattare, magari con gradualità, la sua offerta ai tempi, alla natura, al clima, essendo impensabile che avvenga l’inverso. Nemmeno se lo vuole la Provincia Autonoma di Trento .

Annunci

Responses

  1. […] N….come neve https://chinonrisica.wordpress.com/2013/10/10/n-come-neve-artificiale/ […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: