Pubblicato da: chinonrisica | 24 dicembre 2012

Caro Babbo Natale…..

Da il Fatto Quotidiano di oggi un articolo di Guglielmo Scilla, in ultima pagina. Me lo ha segnalato mio figlio, altrimenti avrei perso, per la fretta di queste giornate convulse, una vera chicca, un dulcis in fundo da regalare ai lettori del blog nella vigilia del Natale.
Un Natale austero,rigoroso e rigido, severo. Un Natale da noci e noccioline sotto l’albero, con meno luci e più preoccupazioni.
Lontanissimo dal primo Natale di Chinonrisica, anche se non troppo tempo è passato.
Auguri a chi mi legge. E a chi vorrà leggere l’articolo che segue:

CARO BABBO NATALE di Guglielmo SCILLA

Caro Babbo Natale, che fine ha fatto il carbone?Ti spiego subito perchè mi sta tanto a cuore questo problema, prima che tu possa prendermi per pazzo. Tanto tempo fa il Natale era l’emblema della giustizia. Se il bambino faceva il bravo, allora veniva premiato con un bel dono. Più si era diligenti durante l’anno,maggiore era la possibilità che il regalo fosse sostanzioso. Cosa accadeva a chi si comportava male?Riceveva un regalo brutto? magari un paio di meggings? Che sono come i leggins, ma per uomini.L’intera discografia di Cristina D’Avena cantata da un coro di bestie di Satana? Un set di bambole di porcellana parlanti?
No, non riceveva nulla di tutto ciò.
Riceveva il carbone.
Con il quale – oltre al barbecue – non si fa nulla.
Poi, col tempo sei invecchiato, hai iniziato ad impietosirti, hai trasformato il carbone in carbone dolce; hai fatto capire ai bambini che non serviva comportarsi particolarmente bene per venire premiati. Hai fatto arrivare a Suri Cruise( figlia di Tom Cruise e Katie Holmes) 50000$ di regali per questo Natale e, infine, hai detto a tutti che non esistevi.
Adesso tu lo sai che anche se cresciamo rimaniamo piccoli dentro, come appena usciti dalla pancia? Guarda che se non riceviamo la minaccia di una punizione non ci comportiamo bene!
Quest’anno i lavoratori si sono ritrovati con la faccia per terra, soffocati dalle tasse imposte da chi non sa nemmeno che cosa sia un’imposta. Mentre i poveri si attaccano a vicenda, i politici stanno continuando a comportarsi come se fossero rockstar, con la piccola differenza che i loro vizi siamo costretti a pagarli noi.
La mamma del mio amico A. dovrà lavorare dodici anni in più prima di poter ottenere la pensione, mentre i genitori di altri ragazzi si beccano un vitalizio per non aver fatto niente.
Ti dico un’altra cosa. Quest’anno gli uomini hanno ucciso donne- figlie, mogli, nipoti,madri, amiche, sconosciute-torturandole, stuprandole,nascondendone i corpi, come se fossero polvere sotto un tappeto.
Caro Babbo Natale, te lo chiedo un’ultima volta: che fine ha fatto il carbone?
Non dirmi che hai finito pure tu col fare due pesi e due misure.

Annunci

Responses

  1. aspettando la mezzanotte (non che io creda a Gesù Bambino, sto aspettando che rincasi mio figlio) curiosando fra la posta scopro questo messaggio e questo articolo esemplare…anch’io sono estremamente indignata da queste ingiustizie che nessun politico (quasi) sembra voler vedere, anch’io dovrò lavorare 12 anni di +, colpevole solo di essere nata un anno troppo tardi (e mi rendo conto che c’è qualcuno che sta peggio, almeno io ce l’ho un lavoro)…e allora, caro Gesù Bambino, anche se non esisti, potresti farci il regalo di togliere di mezzo tutta questa massa di parassiti e sanguisughe della società che stanno prosciugando le nostre vite?

    • Buon Natale, cara Tiziana. Anch’io dovrò lavorare fino a 67 anni, ringraziando anche di poterlo fare. Lavoro come privilegio, non come diritto. Allo scopo di mantenere una banda di cialtroni.

      • sì, è questo piccolo (in apparenza) particolare che fa la differenza


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: