Pubblicato da: chinonrisica | 11 dicembre 2012

Lacrime, le sue, e sangue, il nostro….

La commozione di Lorenzo Dellai davvero non mi contagia. I giornali locali osannano il discorso di commiato del nostro zar di provincia, in volo per Roma ( ma un lavoro normale? Mai?)per incontri politici in vista della candidatura in Parlamento.
Il Trentino che emerge da 14 anni di potere dellaiano è intriso di silenzi imbarazzanti. Ogni voce dissidente è stata silenziata, assopita, assoggettata ad anatema, ridicolizzata, strapazzata, ignorata.
E così, questo Trentino “al top” , quasi “da sogno” per dirla con Crozza/Briatore, si ritrova con un numero abnorme di società partecipate che hanno aumentato per il 2012, garrule e incontinenti, le loro spese per consulenze, con un numero impressionante di dirigenti che cumulano pensioni e nuovi stipendi, con cinque livelli di governo, con una povertà relativa tra le più elevate del Nord-Est, con il minor numero di imprese femminili in Italia, con gli immobili più costosi del Paese (ci precede solo Bolzano), con una Università soggiogata e una scuola ridicolizzata. Con una seria e preoccupante dipendenza dal denaro pubblico;risorsa sempre più scarsa, che non lascia intravvedere orizzonti rosei.
Il “governatore” si candida a sostegno di Mario Monti, quando nell’ultimo anno ha impugnato davanti alla Corte Costituzionale ogni decisione del governo guidato dallo stesso Monti; si candida con chi voleva tagliare le province altrui, ma si tiene ben strette le Comunità di Valle; intende finanziare con il tesoretto regionale le società partecipate( sempre loro!!), ma chissà se è al corrente che il Governo centrale le vuole mettere a dieta e sotto controllo.
Monti è nemico dell’autonomia a giorni alterni, in Trentino, ma va benissimo per traghettare a Roma il “governatore”.
Sempre se i Trentini lo voteranno. Perchè potrebbero scegliere, e farebbero benissimo, di vedere che cosa sa fare, senza lo scettro e il comodo scudo del potere che deriva dalla politica.

Non invio ad alcun giornale questo scritto: non lo pubblicherebbero mai!!

Annunci

Responses

  1. Un lavoro “normale”? Per personaggi come lui non esiste prorpio ma, se può essere una consolazione, è in buona compagnia anche nella nostra piccola provincia.
    E, guardacaso, se ne va nel momento forse più propizio quando, cause di forza maggiore alle quali dovremo uniformarci, renderanno la nostra provincia sempre meno ricca e un domani, probabilmente, una “normale” provincia non più tanto “speciale”. A lui resteranno sembra i meriti di questi floridi tre mandati.
    Un’ultima consideraione: chi avesse partecipato alle recenti primarie del PD, se lo potrebbe ritrovare, dopo averlo sostenuto per anni e anni, come avversario alle prossime politiche!

    • Certo che simili personaggi cadono sempre in piedi. Come Giuliano Amato, che ha contribuito con Craxi alla voragine del debito pubblico ed ora gode di una lauta pensione e viene pure nominato tra i “saggi” che devono occuparsi della riforma sui partiti. O come Silvio Berlusconi, che prima ci porta sull’orlo dell’abisso e poi si erge a salvatore della Patria. Un denominatore comune unisce simili soggetti. Con l’aggravante, per Dellai e Amato, di voler apparire agli occhi del mondo come leader illuminati.
      Il PD locale avrebbe dovuto liberarsi di un simile “alleato”: non ha fatto che danneggiarlo.

  2. Ottimo, Giovanna.
    Sarebbe ora che questi qui lo capissero: non sono i salvatori della patria che si credono di essere; anzi, di loro si farebbe volentieri a meno, altroché.

    • Salvano solo e sempre se stessi. E sono sempre più autoreferenziali. Ciao, caro Gianluca!

      • secondo me questi sono più pericolosi di Berlusconi, xchè alle sue baggianate crede ormai solo (o quasi) lui stesso; invece gli altri sono più subdoli, si infiltrano sgusiando tra le maglie, dove c’è una falla, cambiando aspetto, come i camaleonti, o meglio, come le sanguisughe, pronte a succhiare sangue dove ce n’è ancora


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: