Pubblicato da: chinonrisica | 9 dicembre 2012

Musica per guarire

Lu Santu Paulu meu te le tarante,
ca pizzichi le fimmine a ‘mmenzu l’anche.
Lu Santu Paulu meu te li scurpiuni
ca pizzichi li masculi a li cuiuni.
Lu tamburreddrhu meu vinne te Roma
ca me la nnuttu nà napulitana.
Ballati caruseddhi a cucchia cucchia
ca la donna sè luntana l’ommu cucchia.
Ballati ca tiniti le scarpe nove,
le mie su vecchie nu pozzu ballare.
Beddhu ci balla moi, beddhu ci balla
ca balla nu cardillu e na colomba.
Lassatila ballare ca è tarantata
ca porta na taranta sutta lu pete.
Lu tamburreddrhu meu vinne te Roma
cu rame e senza rame ca sulu sona.
Ci viti ca se cotula lu pete
quiddhu e lu segnu ca ole ballare.
Ci è taranta lassala ballare
ci è malincunia cacciala fore.

Musica per guarire, dalla voce inconfondibile di ALLA BUA.
Ogni colpo di tamburello è un tuffo al cuore. Ne ho bisogno per difendermi dal freddo e dall’ansia di questi giorni.

Annunci

Responses

  1. Da noi….ieri meno 11….mamma devo aver sbagliato posto in cui vivere.AUGURI A TUTTI VOI DI BUONE FESTE!!!!!!!

    • Anche qui non si scherza, soprattutto per chi ,come me, circola in bici.
      Cara Marina,guarda il video e scaldati al suono della pizzica! Auguri anche a te.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: