Pubblicato da: chinonrisica | 8 dicembre 2012

Spunta un tesoretto……..

Piacerebbe a tutti noi festeggiare il Natale con un attivo dei conti familiari paragonabile a quello della Regione. 500 milioni di euro sono una cifra considerevole in questi tempi di crisi , soprattutto quando la Provincia di Trento, titolare della metà del tesoretto, costringe il Comune di Trento ad aumentare i biglietti dell’autobus, a “razionalizzare” le corse, probabilmente a ritoccare le tariffe degli asili nido, ad ampliare i parcheggi a pagamento, a contingentare le dotazioni di personale alla polizia locale.
I cittadini sono sempre più poveri mentre la Regione ha risorse in esubero. Cosa che, secondo principi economici elementari, non dovrebbero essere possibile, perchè le risorse dell’Ente pubblico derivano dai tributi pagati dai cittadini. Se il primo ha avanzi di bilancio è perchè i secondi sono stati spremuti all’eccesso.
Il fatto poi che un articolo, da notizie di stampa elaborato dal presidente Lorenzo Dellai, preveda la possibilità di effettuare , con le risorse miracolosamente rinvenute,concessioni di credito anche infruttifere in favore delle società controllate dalle due Province per una durata massima di 15 anni, la dice lunga sulla reale destinazione del fondo: denaro pubblico alle società partecipate.
Credito infruttifero a chi percepisce denaro pubblico e lo utilizza con criteri di assunzione del personale e di gestione dell’attività totalmente privatistici. Mentre per il contribuente l’accesso al credito è tabù, per i giovani le assunzioni con pubblici concorsi una chimera e a tutti i servizi essenziali vengono sottratte risorse.
Da destinare, ora è chiaro, alle società di sistema. Bacino di voti e di nomine discrezionali.
Forse in vista di una campagna elettorale, che con queste premesse, per il governo in carica potrebbe trasformarsi in una fallimentare campagna di Russia.

Annunci

Responses

  1. Cara signora, col sistema delle partecipate dove il politico si nomina il Consiglio d’amministrazione hanno scoperto la gallina dalle uova d’oro sempre a spalle di pantalone. La campagna di Russia la faranno fare a noi se non ci svegliamo. Grazie Paolo

    • Gentile Paolo, lei ha ragione. Ma non sarà facile fare in modo che la gente si svegli. Manca l’informazione su che cosa realmente siano le società partecipate e quanto costino al contribuente. Il post che lei ha commentato è stato inviato a tutta la stampa locale. Nessuno lo ha pubblicato.
      I cittadini stanno già facendola, la campagna di Russia….. Un caro saluto.
      Giovanna

      • giovedì abbiamo presenziato in consiglio provinciale alla seduta in cui si presentava il disegno di legge x i “tagli finanziari” e ti assicuro, è stato uno spettacolo poco edificante il vedere come questi “onorevoli” passano il loro tempo lavorativo (tranne pochi) semplicemente “scaldando i banchi” (x usare un termine in voga ai miei tempi), a volte anche con comportamenti poco educati e arroganti; e pensare che gli paghiamo uno “stipendio” di circa 7000 € e stanno già pensando di tagliare i nostri !!!

      • Basta guardare ciò che sta succedendo a livello nazionale ( e nelle nostre province non è certo meglio…).Spocchia politica, disprezzo per le reali necessità dei cittadini.
        A tutti i livelli,giocano con la nostra pelle. Sono davvero preoccupata!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: