Pubblicato da: chinonrisica | 12 agosto 2012

55

Chissà se è comune sentirsi alla fine del proprio percorso di crescita umana a 55 anni.Io credo nella continua meraviglia della vita e mi sveglio spesso con la curiosità legata al giorno nuovo.Tuttavia il ripetersi degli eventi, sempre uguali pur nella diversità degli scenari,e l’egoismo imperante( forse il mio per primo)sembrano invitarmi a non sperare, ad arrendermi.
Facile essere combattivi quando il traguardo è, pur difficile e lontano, possibile.
Molto più difficile è non arrendersi sapendo che, comunque, nessuno vincerà.
Questa consapevolezza rende inutile la fatica e vano lo sforzo.
Quello di tutti, ed anche il mio.

Annunci

Responses

  1. sentire da te queste parole mi sembra strano…se c’è dell’egoismo non è certo il tuo, che ti spendi in ogni modo x la causa; anche se non si vincerà, quello che conta è evolversi e quindi ognuno deve fare il suo necessario x raggiungere questo scopo nella vita

    • Seguirò il tuo consiglio. Ma, come ti ho scritto, con tanta fatica…..


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: