Pubblicato da: chinonrisica | 22 luglio 2012

Sale e ciliegine

E’di questi giorni la notizia che Yahoo si affida ad una donna per uscire dalle proprie difficoltà e dai recenti errori di gestione.
Una giovane donna che ,inoltre, sta per diventare madre e che ha già annunciato di voler usufruire di un lungo periodo di congedo dopo la nascita del suo bambino,sarà il nuovo amministratore delegato e presidente di Yahoo. C’è da credere che sarà efficiente e attiva, come lo fu nel suo passato di manager di Google e che il suo nuovo status di madre l’aiuterà ad ottimizzare i tempi e a conferire un tocco di umanità e di grazia al suo operato.
Mentre sulle pagine dei giornali italiani impazzano le immagini di una consigliera regionale che detta le condizioni per la propria liquidazione, a conclusione di una carriera politica all’insegna del silicone e della lap dance, negli Stati Uniti si scommette sull’impegno di un’altra donna, giovane e brillante. Famosa per le proprie doti manageriali e per il curriculum professionale di tutto rispetto.
Un diverso modo di concepire l’apporto delle donne al bene comune; una fiducia, forse calcolata e non disinteressata, ma che offre occasioni di partecipazione e di crescita all’universo femminile. Visto non solo come dilettevole contorno o dovuta concessione , ma come seria opportunità da valorizzare.
Le donne hanno ( a volte anche colpevolmente) contato, deciso, governato e scelto assai poco nel passato remoto e recente della nostra storia. I risultati sono, purtroppo, sotto gli occhi di tutti.
Il mio augurio è che l’esempio di Melissa Mayer, neo AD di Yahoo, possa essere seguito nel nostro Paese e che alle donne venga riconosciuto il loro essere sale della terra, più che ciliegina sulla torta.

Annunci

Responses

  1. l’ultimo ventennio ha dimostrato che non abbiamo voluto esserne più capaci…la fiducia è un processo sociale, collettivo… si può resistere, ma non invertiremo la tendenza alla corruzione. Delle idee e degli orizzonti.

    • Quanta amarezza! Vicende personali e contesto politico mi indurrebbero a darti ragione. Ma non voglio arrendermi.

      • “tutti i nodi vengono al pettine”, un luogo comune o una perla di saggezza? chissà, forse è l’unico modo per mantenere un po’ di speranza…certo che in Italia, con le nostre “palle al piede” il percorso è ancora lungo

      • I nodi vengono al pettine, lo stai dicendo tu, Tiziana! Con che faccia si presenteranno alle prossime elezioni queste “palle al piede”? Credo sia in atto una rivoluzione senza precedenti. Gli unici che non se ne accorgono sono proprio le zavorre. Di ogni colore e tipologia.

  2. meglio, se non se ne accorgono, così non si daranno pena di manipolare la realtà, e si faranno fuori da soli…

    • Speriamo! Ma ci sarà da lavorare.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: