Pubblicato da: chinonrisica | 30 aprile 2012

La democrazia che fa comodo al potere

Il giorno dopo. Le Comunità resistono e i censori di un tempo, quelli che tuonavano contro gli enti spreconi e clientelari, non sono nemmeno andati a votare!!
Sarebbe opportuno che ai candidati si chiedesse, oltre al certificato penale, anche la tessera elettorale:se tu non voti perchè dovrei votarti? E con quale coraggio mi chiedi di preferirti se tu stesso non credi allo strumento attraverso il quale dovrei selezionarti?
La deriva dei partiti è senza ritorno. A meno che non si faccia una pulizia interna forte e decisa.
Nell’assistere ai festeggiamenti di chi crede di avere vinto vengo colta da una grande tristezza. Come si fa a non capire che le Comunità sopravvisute sono in controtendenza con i necessari rispermi di spesa? Che i cittadini che disertano le urne sono una sconfitta per tutti? Che le istituzioni, quando invitano all’astensione, delegittimano se stesse? Ve lo immaginate Napolitano che dice agli elettori di stare a casa e di non votare? Lo fece Craxi, lo “statista” latitante, nel 1991
Un precedente di cui essere davvero fieri!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: