Pubblicato da: chinonrisica | 19 gennaio 2012

Metafore

So di non essere originale, ma in questi giorni ho pensato spesso che il naufragio della Concordia fosse una metafora della nostra Italia.
Una nave “sanza nocchiere in gran tempesta”, naufragata, alfine; alle prese con un comandante imbelle e codardo e con una guida decisa e responsabile, purtroppo lontana dagli accadimenti e in grado solo di minimizzare i danni.
Mi ha colpita la forza virile del comandante De Falco, quella che molte donne sognano di trovare in un compagno di vita, soprattutto paragonata alla fuga meschina dell’altro comandante, quello a cui la nave era stata affidata: un comportamento simile a quello che invece molte donne trovano, purtroppo, in molti uomini.
In mezzo, tanta gente, come tutti noi. Gente che fugge spaventata, che torna nei Paesi d’origine, che trova isolani accoglienti e ospitali, soccorritori generosi, che parla, racconta, cerca, si dispera. O forse spera ancora.
La nave come il nostro Paese: inclinato per inchinarsi, maestoso e in rovina, da cui si fugge e in cui ancora si cerca, dal quale si tenta di drenare carburante, perchè non aggiunga disastro a disastro.
E i comandanti ,poi, sono davero raffrontabili ad una classe politica cialtrona e insipiente ( che porta la splendida nave sugli scogli) e ad una società che vive e lavora con silenziosa responsabilità, che si affanna ancora a dare il meglio di sè, come può, meglio che può.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: