Pubblicato da: chinonrisica | 5 aprile 2011

A ciascuno il suo

Devo confessare che mi appassiona proprio poco il processo a S.B. nella vicenda di Ruby Rubacuori.
Una storiaccia di puttane e puttanieri che sta fruttando alla ragazzina una fama immeritata e le prime pagine dei giornali.
Mi rendo conto che i giornali si devono vendere, ma è fuorviante che i giornalisti inseguano questa zoccoletta di mezza tacca per intervistarla e sapere se sono veri o no i suoi meeting sessuali con un vecchio miliardario vizioso.
E’ naturale che nugoli di ragazzine ignoranti vogliano seguire le orme di un’attività che, apparentemente, consente di accedere a denaro, fama,vestiti di lusso, feste esclusive e amicizie altolocate.
Nessuno si sofferma sull’indegno mercato che sta alla base dei lustrini e delle bellurie patinate: il proprio corpo e la propria dignità in cambio del resto. Che si vede molto bene, mentre dignità e libertà non appaiono.
E’troppo chiedere un silenzio assoluto sulle vicende delle puttanelle berlusconiane?
Le loro sono storie di miseria culturale e morale, di feticci consumisti pericolosi ed effimeri.
Come non si pubblicano le notizie dei suicidi per timore dell’emulazione, così sarebbe bene lasciare il meretricio a chi vuole esserne vittima. Tentare di farne uscire quelle poverette indotte al mestiere più antico del mondo da inganni e false promesse; ma lasciare nel silenzio le ragazzotte che pensano di sedere sulla propria fortuna.
Ad ognuno il suo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: