Pubblicato da: chinonrisica | 14 febbraio 2011

Piccioncini

Forse un po’ scontato questo omaggio a S.Valentino. Tuttavia Neruda con le sue poesie d’amore e i suoi cento sonetti ha accompagnato la mia vita di giovane innamorata. Da donna adulta e molto più disincantata mi piace riproporlo a chi si trovasse di passaggio sul blog.
Insieme alla canzone di ieri è una sosta, zuccherosa, nell’insieme di problemi, manifestazioni, impegni e tristezze che imperversano nelle nostre giornate.
S.Valentino, martire cristiano torturato e decapitato,secondo molte leggende protettore degli innamorati, a cui si deve la dicitura di “piccioncini” per i ragazzini in vena di tenerezze, merita una pausa in suo onore.

da Cento sonetti d’amore -Pablo Neruda-

XLVIII sonetto

Due amanti felici fanno un solo pane,
una sola goccia di luna nell’erba,
lascian camminando due ombre che s’uniscono,
lasciano un solo sole vuoto in un letto.

Di tutte le verità scelsero il giorno:
non s’uccisero con fili, ma con un aroma
e non spezzarono la pace né le parole.
E’ la felicità una torre trasparente.

L’aria, il vino vanno coi due amanti,
gli regala la notte i suoi petali felici,
hanno diritto a tutti i garofani.

Due amanti felici non hanno fine né morte,
nascono e muoiono più volte vivendo,
hanno l’eternità della natura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: