Pubblicato da: chinonrisica | 13 febbraio 2011

Gino e Valentina

E’ strano vedere i propri genitori invecchiare e diventare deboli, piccoli,indifesi e soli.
La casetta è un’oasi di piccole cose care, di profumini speciali, di particolari teneramente accumulati nel tempo.
Medicine ovunque, in mucchietti ordinati, occhiali ,cruciverba e ricette.
Asciugamani ricamati e tante pomatine, profumi scelti da me e foto del tempo.
Cari e lontani, i miei genitori sono un richiamo irresistibile; vicino a loro mi sento ancora completa e soddisfatta, non cerco altro che la loro presenza per ricordare ciò che sono stata e valutare ciò che sono.
Vorrei poterli stringere forte e tornare piccola per rivederli giovani e pieni di energia.
La famiglia che siamo stati vive con loro e quella che ho formato si allontana da me.
La solitudine si scioglie nel loro abbraccio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: