Pubblicato da: chinonrisica | 11 marzo 2010

Riturnella

Nel preparare un testo per mio padre, mi commuove riascoltare “Riturnella”.
Quando si pensa alla canzone popolare del Meridione, il pensiero va subito a Napoli.Ma il regno delle Due Sicilie, e la sua cultura, era anche altro.

“Riturnella” è un antico motivo popolare calabrese.Riecheggia lo stile dei cantastorie, che svolgono un’intera narrazione su di un supporto musicale semplice e ossessivamente ripetitivo.
E’ una storia d’amore semplice e struggente, nella quale ritrovo parole e accenti della mia infanzia, di conversazioni tra le zie, in un piccolo paese sul mare.Testo e ( doverosa) traduzione con un consiglio: cercare su youtube la versione di Eugenio Bennato:

Tu rinnina chi vai
Tu rinnina chi vai
lu maru maru
Ohi riturnella
Tu rinnina chi vai lu maru maru
Ferma quannu ti dicu
Ferma quannu ti dicu
Dui paroli
Ohi riturnella
Ferma quannu ti dicu dui paroli

Vorria iettari nu

Vorria jettari nu
Suspiru a mari
Ohi riturnella
Vorria jettari nu suspiru a ma
Pe vidiri si mi rispunni
Pe vidiri si mi rispunnie
A lu miu beni
Ohi riturnella
Pe vidiri si mi rispunni allu miu beni
Nun mi rispunni, ah no
Nun mi rispunni, ah no
E’ troppu luntanu
Ohi riturnella
Nun mi rispunni, ah no, e’ troppu luntanu
E’ sutta na friscura
E’ sutta na friscura
Chi sta durmennu
Ohi riturnella
E’ sutta na friscura chi sta durmennu
Poi si rivigghia cu
Poi si rivigghia cu
Lu chiantu all’occhi
Ohi riturnella
Poi si rivigghia cu lu chiantu all’occhi
Si stuja l’occhi e li
Si stuja l’occhi e li
Passa lu chiantu
Ohi riturnella
Si stuja l’occhi e li passa lu chiantu
Piglia lu muccaturu
Piglia lu muccaturu
Lu vaju a llavu
Ohi riturnella
Piglia lu muccaturu lu vaju a llavu
Poi ti lu spannu a nu
Poi ti lu spannu a nu
Pedu de rosa
Ohi riturnella
Poi ti lu spannu a nu pedu de rosa
Poi ti lu mannu a Na…..
Poi ti lu mannu a Napuli a stirare
Ohi riturnella
Poi ti lu mannu a Napuli a stirare
Poi ti lu cogghiu a la
Poi ti lu cogghiu a la
napulitana
Ohi riturnella
Poi ti lu cogghio a la napulitana
Poi ti lu mannu c’u
Poi ti lu mannu c’u
Ventu a portari
Ohi riturnella
Poi ti lu mannu c’u ventu a portari
Ventu va portacellu
Ventu va portacellu
Allu miu beni
Ohi riturnella
Ventu va portacellu allu miu beni
Mera pe’ nun ti cada
Mera pe’ nun ti cada
Pe’ supra mari
Ohi riturnella
Mera pe’ nun ti cada pe’ supra mari
Ca perda li sigilli
Ca perda li sigilli
De chistu cori
Ohi riturnella
Ca perda li sigilli de chistu cori

tu,che passeggi in riva al mare
corro a gettare il sospiro a mare
per vedere se il mio amore mi risponde
non mi risponde, no, è troppo lontano
è all’ombra che sta dormendo
poi si risveglia con il pianto agli occhi
si asciuga gli occhi e gli passa il pianto
prendi il fazzoletto te lo vado a lavare
poi te lo stendo ai piedi della rosa
e te lo mando a Napoli a stirare

poi lo riprendo alla napoletana
te lo mando con il vento
vento và, e portalo al mio amore
bada che non ti cada in mare
perchè ha aperto i sigilli del mio cuore

Annunci

Responses

  1. rìnnina=rondine (almeno in siciliano)

    • Vero! Ho anch’io il sospetto che una rondinella ci stia. Ma davanti ad una traduzione codificata non ho voluto mettere naso. Ma credo, Gaetano, che tu abbia ragione

  2. guardatevi questo video.

    E’ la canzone di Bennato ma le immagini vi spiegano il significato della canzone.

    Paragona l’emigrazione della rondine all’emigrazione umana, in particolar modo (da quanto ho capito nei commenti) all’esodo di massa degli italiani in america in seguito al regno delle due sicilie.

    Io non sono calabrese e non conosco il dialetto ma secondo me è così:
    E’ una donna che parla…

    Rondine che voli sul mare
    fermati che ti devo parlare:
    Corri e getta il mio sospiro al mare
    per vedere se il mio amore mi risponde.
    Non mi risponde, no, è troppo lontano
    è all’ombra che sta dormendo
    poi si risveglia con le lacrime agli occhi
    si asciuga gli occhi e smette di piangere.
    Prendo un fazzoletto e te lo vado a lavare
    poi te lo stendo su una pianta di rose
    poi te lo mando a Napoli per stirarlo
    poi te lo piego alla napoletana
    poi te lo mando con il vento
    vento, vai e portalo al mio amore
    attento che non ti cada in mare
    che perdo i sigilli del mio cuore

  3. Con la partecipazione del mio coinquilino.

    • Bellissimo video e acuta interpretazione. Ogni volta che ascolto Riturnella mi commuovo ed anch’io, con mio padre, sono un’emigrata. Grazie a Tommyk3 e al coinquilino( calabrese?)

      • Son contento che ti piaccia!
        Io sono sardo e il mio coinquilino siciliano.
        In un certo senso pure noi siamo emigrati visto che viviamo al nord.
        Tu dove stai? sei calabrese?
        Si apprezza di più la nostra terra quando siamo lontani.
        In bocca al lupo per tutto!

  4. Io vivo a Trento e il mio papà è calabrese.E’ vero che si scopre quanto si è legati alle proprie radici quando sembrano lontane…Sembrano,però. Perchè io sono meridionale nel cuore e vivo con fatica questa dualità.
    In bocca al lupo anche a voi, cari coinquilini!

    • anch’io vivo a trento e sono calabrese, ieri in uno spettacolo teatrale ho avuto l’occasione di sentirla dal vivo, davvero emozionante e soprattutto la soddisfazione di sentirla a trento

      • Peccato che mi sia sfuggito questo spettacolo teatrale! Sono stata in Calabria a Pasqua, dopo anni. I monti con la neve, i ruscelli con l’acqua chiara e il mare lontano….avrei voluto essere un brigante d’altri tempi! Si potrebbe fondare il circolo trentino degli amici di “Riturnella”.

  5. Bellissima canzone, ogni volta che la sento mi viene la pelle d’oca. Sono figlio di calabresi, questa canzone mi riporta a quando ero ragazzino e la sentivo cantare la sera tardi d’estate nel mio paese sull’aspromonte. E’ un ritorno alle origini che porto nel sangue e un sospiro al cuore che porto nel petto.
    Dopo anni che non la sentivo mi ci sono imbattuto per caso a Torino nella serata di chiusura della fiera del libro cantata da Bennato. E’ stata una sensazione fantastica,è stato un immediato ritorno a quelle serate calabresi.

    • Ti capisco. Anche per me ascoltare Riturnella è come affrontare un viaggio a ritroso. Il ritmo intenso, l’accento , la malinconia del testo….Una magia, che Bennato rievoca brillantemente.
      Ciao, caro Paolo, da calabrese a calabrese ( pur se di seconda generazione).

  6. bellissima canzone da scoprire è la storia della calabria e fare finalmente radici, un uomo senza radici muore presto e non dà frutti.

    • Scoprire la Calabria, la sua storia e la sua musica è un omaggio a mio padre, calabrese emigrato.
      Ho scoperto un libro di storia locale in cui compare, tra gli abitanti fotografati in un paese dell’alto Tirreno, mio nonno.
      E’ stata un’emozione, come se un po’ di me vivesse in quelle foto, in quella storia.
      Questo post su Riturnella è piaciuto a molti che, evidentemente, hanno il mio stesso sentire.

  7. mi sento vicino a quella frase che apre il suo blog e alla musica popolare in generale da calabrese come lei.grazie

    • Grazie a lei, Nino. Il post di Riturnella ha aperto un mondo di nostalgie e di orgoglio per chi, come me e come tanti, vive lontano da una terra alla quale sente di appartenere.
      E la frase che apre il blog è di un calabrese come noi.
      Grazie per le sue parole: gli appassionati della musica viva e struggente del sud, mi hanno, inaspettatamente, fatto compagnia sul blog.

      • un saluto ai calabresi sparsi in tutto il mondo..io sono ancora qui nella nostra amata terra! credo che abbia ragione Tommyk3. Non so se sia effettivamente una donna a cantare ma a mio parere “nu pedu de rosa” va tradotto “la pianta di rose”…non sono i piedi. Nu pedu/peru …in calabrese è tutto l’albero/pianta

      • Grazie per il contributo! Non si impara mai abbastanza.
        Un saluto alla Calabria lontana.

  8. Ciao, sono Yvon, sono hollandese di Delft e ho una domanda. Ho letto ‘Viaggio in Italia’ di Goethe. Vicino a Agrigento Goethe ha visto ‘rinninen e ridenen’. Gli uccelli sono la mia passione, ma questi uccelli non so. Ho trovato ll vostro blog (che bello il canzone!) e ho trovato che rinninen sono i rondini. Vorrei sapere come si chiama i ridenen (ridena) in italiano? Le sa Lei? Spero che li sa o mi poù dire dove posso informarmi.
    Scusi per l’italiana imperfetto.
    Cari saluti,

    Yvon

    • Gentile Yvon, spero di poterle essere d’aiuto dicendole che si dovrebbe trattare di una “rondine”.
      Grazie per il suo commento. Arrivederci

  9. “tu,che passeggi in riva al mare corro a gettare il sospiro a mare”
    tu rondine che vai per il mare vorrei lanciare un sospiro a mare….

    “poi te lo stendo ai piedi della rosa” poi te lo stendo su una pianta di rosa…

    “poi lo riprendo alla napoletana” poi lo raccolgo alla napoletana…

    piccoli errori ma anche io che sono calabrese avrei difficoltà a tradurre un testo in dialetto genovese :-)) saluti a tutti

    • Grazie! Non avrei mai pensato che pubblicare il testo di Riturnella ( una canzone che adoro) portasse a tanti commenti. Tutti attenti, tutti graditi, tutti animati da eguale amore verso un testo evidentemente molto più apprezzato di quanto immaginassi.

  10. Salve, sono un innamorato di questo canto, e allora ho pensato di farle cosa gradita segnalandole questo mio ‘lavoro’, imperfetto ma appassionato:
    http://krimisa.blogspot.it/2013/01/riturnella-traduzione-e-note-di-ca.html
    cataldo antonio amoruso

  11. Mom is standing by the door weeping because her baby is now ready to fly the coop.
    It might hide flaws or highlight them if not used aesthetically.
    Knowing what to do is important; knowing what not to do is critical.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: