Pubblicato da: chinonrisica | 10 marzo 2010

Accanimento “terapeutico”

C’è del metodo nell’accanimento di Lorenzo Dellai contro la scuola pubblica. Sia nel tentativo di mortificarne i lavoratori che in quello di deciderne le localizzazioni in ambito urbano.
Chissà se il Consiglio di Stato gli lascerà il tempo di comprendere che ci sono, in materia di scuola,sia competenze statali ( disattese dalla contestata riforma Dalmaso), che competenze comunali, relative alla destinazione degli spazi della città.
Il Sindaco Andreatta e il presidente Redolfi fanno bene a pretendere il rispetto, pur meditato, dell’esistente e il coinvolgimento, nelle decisioni, della comunità cittadina.
Carceri storiche abbattute ( ed IdV ha chiesto un ripensamento in tal senso, sposando le istanze del FAI) e scuole spostate. Che ne sarà di uno spazio appetibile nel cuore della città? Uno spazio vivo grazie alle scuole, che non può essere lasciato in balia di possibili appetiti speculativi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: