Pubblicato da: chinonrisica | 28 dicembre 2009

Un regime crudele

A Teheran il regime si difende uccidendo ed imprigionando gli oppositori. Un regime oscurantista e crudele, quello di Ahmadinejad, che controlla linee telefoniche e reti internet, che picchia con mazze di legno e tubi di metallo i contestatori. Lo stesso regime che demonizza Israele, nega l’olocausto e che prepara armi nucleari.
Non mi è mai stato simpatico questo signore dall’aria dimessa e con moglie ultravelata al seguito. E non mi sono mai piaciute le partecipazioni dei nostri parlamentari alle feste offerte a Roma dall’ambasciatore iraniano.
Buona cosa la diplomazia, pessima la cecità.
Sappiamo che l’Iran è uno stato teocratico penalizzato da un regime dittatoriale, sappiamo che la democrazia non si esporta, tanto meno con bombe e soldati. Ma l’acquiescenza( che ora ci imbarazza, davanti alle immagini dei morti e dei feriti) è un peccato grave.
Non ci si siede a tavola con i tiranni, non si consente loro di parlare di diritti umani alle assemblee dell’ONU.
Sono stati impiccati gli omosessuali,perseguitate e picchiate le donne che non accettano il rigido rituale del velo integrale, oggi si uccidono a sprangate gli oppositori.
Se Israele, secondo Teheran, è razzista, che dobbiamo dire di Ahmadinejad?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: