Pubblicato da: chinonrisica | 4 novembre 2009

Ossimoro

Parlare di voto utile è un ossimoro.Il voto espresso in rappresentanza dei cittadini è sempre una voce per dire ciò che avrebbero voluto.
Il voto di chi li rappresenta è utile a loro, è la risposta ad una richiesta precisa di coerenza, chiarezza, idealità rispettata.
Purtroppo stiamo assistendo al proliferare di voti utili solo a far contenti i manovratori, i dispensatori di favori ai clientes: i voti del gregge.
Il rispetto per il voto altrui è il primo sintomo di civiltà, la base di un sistema democratico. Il disprezzo del voto è l’esatto contrario.
Si può dissentire: la tutela del dissenso è un pilastro della democrazia.
Quando però si parla di voto utile, allora temo di sentire odore di regime, di costrizione ad un parere espresso solo per “utilità”. E l’utilità spesso stride con la coerenza e con la giustizia. In economia l’utilità è priva di connotazioni etiche. Spero non diventi così anche in politica.

Annunci

Responses

  1. Gentile sig.ra Giovanna Giugni,
    per caso apprendiamo dall’articolo del Corriere del Trentino del 1° novembre, a lato della cronaca della manifestazione “Io non mi brucio” del 31 ottobre – http://www.ecceterra.org/doc/cdt.manif.ne.noince.4_01nov09.pdf -, delle lamentele del sig. Salvatore Smeraglia nei suoi confronti.
    Secondo quanto riportato, Smeraglia lancia accuse di “crescente voglia di autoreferenzialità” a chi in consiglio comunale, in una situazione politica assai diversa da quella dell’opaco triennio Firmani, si propone coerentemente, anche dopo le elezioni comunali. È questa una rarità se dopo quelle provinciali l’aspirante “padrino” politico di Smeraglia preferisce le astensioni o le dichiarazioni di circostanza. Ovvero fa la voce grossa quando non serve, per diventare subito pecorella dei piccoli intrighi con gli arroganti decisori.
    Forse alcuni dipietristi, saliti troppo in alto in piazza Dante, si sono presto abituati alle utili conversazioni con gli amici del cosiddetto bar Sport. Quel luogo in cui, pur di dilettarci con accuse autoaccusanti, si è soliti intrattenere strani rapporti con chiunque, seminando zizzania nel goffo tentativo di lodar sé stessi. Giammai i “valori” di cui si ritenevano paladini e custodi.
    Può allora capitare che, nel nome delle insane amicizie, o forse di peggio, con i “termovalorizzatoristi”, si inventino ridicole accuse al solo scopo di sminuire l’impegno e la coerenza di chi, invece, continua a crederci.
    Se poi coloro che seminano questo particolare tipo di zizzania fingono di indignarsi per un “voto (inutile) insieme alla destra”, potrebbero farlo per non guardare e annusare quella con cui sono soliti intrattenere “sinistre” confabulazioni e/o combutte con i peggiori “destri” del centrosinistra.
    Cordiali saluti
    Adriano Rizzoli
    5 novembre 2009

  2. Caro Adriano, grazie! Oggi il Trentino rincarala dose con la pubblicazione del testo integrale della lettera “scritta” dal signore in questione.
    L’invidia è una brutta bestia. E la coscienza sporca deve esserlo ancora di più. Sentirò che ne pensa il mio avvocato. Ma per qualcuno è più importante compiacere il Principe che guardarsi allo specchio.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: