Pubblicato da: chinonrisica | 31 agosto 2009

Articolo 21, con obbligo di verità

L’abisso di indecenza in cui è sprofondata l’informazione mescolata alla politica è disgustoso.
Accuse, controaccuse, veleni di ogni genere affollano le pagine dei quotidiani e tendono a convincerci che sì, è necessario un controllo, un limite.
La vita privata è sacra per chiunque e non è giusto metterla in piazza provocando un danno professionale e di immagine a chi svolge un’attività pubblica di rilievo.
Si tratti del Presidente del Consiglio o del direttore di un quotidiano.
Non sono d’accordo, però, con le conseguenze ultime di tali campagne mediatiche. Conseguenze occulte, a mio avviso abilmente provocate.
Ora avrà buon gioco chi invoca a gran voce una legge che limiti la libertà di stampa, la libertà di informare, di conoscere, sia pure tante vergognose menzogne o notizie artefatte.
Il silenzio, imposto per legge, coprirà l’immondizia e le utili verità. Farà il gioco del padrone o di chi ha più da nascondere.
Personalmente propendo, a sanzione di chi diffonda notizie false ed offensive, per un inasprimento delle pene per i reati di diffamazione a mezzo stampa, di calunnia e di ingiurie, con mezzi di risarcimento civile rapidi ed efficaci.
La paura di risarcire pienamente, magari con la pena accessoria della perdita dello status professionale, potrebbe essere un ottimo deterrente per calunniatori ed affini.
Lascerebbe agli altri, quelli che hanno davvero qualcosa di serio e vero da comunicare, la libertà di farlo compiutamente, senza censure o limiti di antica ed infausta memoria.
Certezza della pena e rapidità del giudizio. Realtà che conosciamo poco, purtroppo, e che ci consegnano agli untori della censura sull’informazione, del timore per le contaminazioni ( dello straniero,del virus influenzale,del cibo etnico….) e ci condannano al medioevo culturale prossimo venturo.

Annunci

Responses

  1. Bellissima e chiarissima analisi…condivido.

  2. Grazie! Almeno siamo in due….


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: