Pubblicato da: chinonrisica | 16 gennaio 2009

Lettera a “L’Adige”

 

Ho inviato a L’Adige la lettera che segue in risposta ad un affondo velenoso di una giornalista di quella testata.

L’ho scritta perchè ildirettore stesso mi ha invitato a rispondere, dicendo che mi avrebbe pubblicata. Ma ad oggi nulla appare sul giornale.

Così lascio queste parole al mio blog,a testimonianza che nessuna volontà di spaccare il partito è mai esistita, da parte mia.

Ma la richiesta di democrazia è davvero così scandalosa? 

“Gentile Direttore, scrivo per chiarire che,a differenza di quanto riportato dal suo giornale in data 14 gennaio, pagina 16, a firma di Luisa Patruno, non esiste alcuna fronda contro nessuno in Italia dei Valori del Trentino. Tanto meno capeggiata da me, che non ho mai fatto ricorso a mezzi clandestini od occulti per manifestare dissenso od opposizione. La chiarezza di intenti e la coerenza sono patrimonio di chiunque voglia fare della politica qualcosa di diverso del semplice esercizio del potere fine a se stesso. L’impegno civile deve essere limpido e quando cessa di essere tale per diventare trama occulta, intrallazzo e ambiguità, allora merita l’ironia e la disaffezione dei cittadini. Ma in Italia dei Valori non è successo nulla di tutto ciò. Le crisi – lo sa bene chi tenta di dare vita a qualcosa di duratuto ed efficace – non sono sempre momenti negativi.Sono momenti di crescita critica, di capovolgimenti fecondi, di chiarimento salutare. Un partito che cresce, nel consenso e nella rappresentatività, può avere momenti critici, appunto. Momenti in cui ci si ferma a riflettere, e si mettono in discussione scelte e opinioni.E’ accaduto a noi, di Italia dei Valori del Trentino. Ed è accaduto perchè ci siamo messi in discussione ed abbiamo realizzato che occorreva un intervento esterno che ci aiutasse a proseguire, con maggiore terzietà, il cammino intrapreso. Le decisioni sulla futura coalizione sono frutto di convinta coerenza ,nell’ agire politico, con le scelte appena effettuate in Provincia.Scelte legittimate, peraltro, dai primi contatti avuti con il nostro commissario, onorevole Piffari. Ogni altra fuga in avanti o illazione su liste comuni con altre forze politiche è frutto di indiscrezioni senza fondamento, che poco hanno a che fare con le scelte operate da chi ha avuto, in passato, il potere di decidere per Italia dei Valori , cioè l’Assemblea degli iscritti. E con quelle di chi ha ora il potere di condurre ,e legittimare, le trattative, vale a dire il commissario designato a risolvere un problema interno cui è stata data, ad arte e con poca sensibilità, una eccessiva importanza. Con cordialità Giovanna Giugni, consigliere comunale di Italia dei Valori.”

Annunci

Responses

  1. Come avrai visto, oggi sei stata pubblicata.
    A presto
    Mister_NixOS

  2. Ho visto, grazie. Ma ho visto anche molto altro, purtroppo. Spero che anche chi di dovere veda.E provveda.
    Ciao a tutti.

  3. potresti essere un po’ meno criptica…mi dici dove trovo le pubblicazioni arghhhhh
    un abbraccio 🙂

  4. La lettera di risposta è stata pubblicata oggi, a pag 54 de L’Adige. Si riferiva a quanto apparso sullo stesso giornale in data 14 gennaio a pag.16. La giornalista firmataria non mi ama.Ed èun eufemismo.
    Bacibaci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: