Pubblicato da: chinonrisica | 10 gennaio 2009

Documento informativo

Lista Di Pietro – ITALIA DEI VALORI – Trentino

Via Giovanelli 17  –  38100 – TRENTO              C.F.: 01797580220

www.italiadeivalori.tn.it email: segreteria@italiadeivalori.tn.it

A TUTTI GLI ISCRITTI

IDV TRENTINO

Trento, 09 gennaio 2009

 

IMPORTANTI INFORMAZIONI SU RILEVANTI EVENTI AVVENUTI NEGLI ULTIMI DUE MESI ALL’INTERNO DI IDV TRENTINO

Per incarico della maggioranza del Consiglio Direttivo di IDV Trentino invio le seguenti doverose informazioni a tutti i nostri iscritti prima che pervengano attraverso la stampa.

Devo innanzitutto esprimere il dispiacere di tutti noi per come si sono conclusi due mesi di tensione all’interno del partito.

Dobbiamo anche chiederVi scusa se non tutti sono stati mantenuti informati degli eventi. Ciò è stata una precisa scelta per evitare che notizie molto delicate pervenissero alla stampa compromettendo la possibilità data a Firmani di ricucire lo strappo che si è creato all’interno del partito.

Purtroppo devo informare che il nostro Coordinatore Firmani non ha capito il nostro disagio o per meglio dire non ne ha voluto tener conto.

Dopo svariate vicende, che vi riassumiamo a seguire, nel Consiglio Direttivo convocato da Firmani il giorno 08/01/2009 è stata presentata una mozione di sfiducia verso il nostro Coordinatore che ha ottenuto 7 voti a favore, 4 contrari, 2 astenuti: pertanto Firmani non è più il nostro Coordinatore.

Facciamo dunque un passo indietro e spieghiamo gli eventi più significativi.

Nel corso del 2008 con grande fatica si è riusciti a pubblicare un riassunto del programma politico di IDV in occasione delle elezioni provinciali. A questo programma si è associata una confusa azione politica che è passata da una quasi costante contrarietà al pensiero politico di Dellai al sostenerlo, come Presidente della Provincia, con scarso coinvolgimento e scarse spiegazioni verso la base del partito. Poco prima delle elezioni Firmani ha assunto a sue spese una segretaria. Il Consiglio Direttivo ha ritenuto di non dover approvare tale scelta: il Consiglio Direttivo ha però deliberato che nel caso si fossero ottenuti dei Consiglieri Provinciali il Gruppo Consigliare fosse nominato dal Consiglio stesso e non da Firmani (delibera verbalizzata del 19/08/2008). Dovremmo essere in democrazia rappresentativa e Firmani dovrebbe portare avanti decisioni ed impostazioni politiche suggerite dall’Assemblea e dal Consiglio Direttivo.

Dopo il voto, in cui Firmani è riuscito ad essere eletto come Consigliere Provinciale, il nostro Coordinatore si è allontanato sempre più dalla necessità di consultarsi e confrontarsi con il Consiglio e la base del partito. Senza discuterne con alcuno ha subito dichiarato che IDV non avrebbe chiesto assessorati, non ha mai relazionato sugli incontri avuti con la coalizione, ha attaccato duramente il coordinamento donne che si è permesso di fare i complimenti alla Borgonovo Re senza chiedere il suo preventivo consenso. Inoltre, pur essendo espressamente richiesto dallo statuto, nel 2008 non è stata convocata alcuna assemblea e non mai è stato presentato un bilancio di IDV Trentino. A quanto sopra si è aggiunto il fatto che ha nominato personalmente i componenti del Gruppo Consigliare (composto da un consulente e da una segretaria a spese della collettività) senza neppure comunicarne ufficialmente i nomi al Consiglio, gestendolo come un gruppo di potere personale e cercando di minimizzare l’organizzazione del partito.

Nella riunione del Consiglio Direttivo del 18/11/2008, ritenendo che la situazione generale di IDV Trentino dovesse avere una svolta, si è chiesto a Firmani di portare ai voti la proposta di convocazione urgente di un’assemblea generale. Il Coordinatore si è rifiutato di portare al voto la proposta.

Quindi in data 27/11/2008 dieci componenti del Consiglio e diciannove iscritti al partito hanno richiesto a Firmani, come prescrive lo Statuto, la convocazione di un’assemblea straordinaria per il giorno 19/12/2008 (vedi allegato) non essendo più tollerabile che IDV predichi trasparenza e legalità senza applicarla. E’ stato inoltre informato il partito a livello nazionale di quanto avvenuto.

Firmani non ha convocato l’assemblea ma ha preferito convocare il Consiglio Direttivo il 15/12/2008 alla presenza dell’On. Cimadoro inviato dal partito per cercare di ricucire una situazione che va via via peggiorando. Si decide di accettare l’incontro con Cimadoro anche per dar modo a Firmani di fare qualche passo indietro e di ricucire lo strappo, ma contemporaneamente già in data 05/12/2008 viene ribadita la richiesta di convocazione di un’assemblea straordinaria sempre nel rispetto dell’art. 5 dello Statuto (vedi allegato).

Nella riunione con l’On. Cimadoro non si riesce a trovare un punto d’incontro per cui successivamente si decide in data 27/12/2008 di richiedere agli organi competenti del partito il commissariamento di IDV Trentino (vedi allegato).

Successivamente Firmani convoca il Consiglio Direttivo per il 08/01/2009 nel quale viene presentata ed approvata dalla maggioranza la mozione di sfiducia verso Firmani in qualità di Coordinatore. Il Consiglio Direttivo decide d’inviare direttamente all’On. Di Pietro ulteriore petizione per limitare i danni di una spaccatura del partito (vedi allegato).

Da una telefonata di stamattina con l’On. Cimadoro da sabato 10/01/2009 la sezione Trentina di IDV dovrebbe avere un Commissario. Vi manterremo informati.

Ci scusiamo per la lunghezza e la pesantezza di queste doverose informazioni. Cordiali saluti. Siamo a disposizione per Vostre richieste di chiarimento.

 

La segreteria e il Direttivo di IDV Trentino

Annunci

Responses

  1. Devo dire che sono ancora scioccato: in tutti questi mesi gli sarebbe costato davvero poco ravvedersi e riallinearsi al partito. Se non l’ha fatto non posso davvero che pensare che fosse più interessato al proprio potere, che gli ha dato alla testa, che agli ideali di partito: il partito come una sua propaggine, non lui come suo rappresentante.
    Oppure semplicemente non é mai stato una persona davvero democratica (come forse però già sapevo … altra storia che un giorno di racconterò …)

  2. Beh, la racconto in breve, per non farmi accusare di spargere anche io cacchina sugli avversari: basta vedere come ha imposto le sue scelte didattiche all’universita’, pur avendo praticamente tutta la facolta’ di ingegneria (e quella di matematica) contraria. Adesso stanno pagando gli studenti e finalmente, mi giunge voce, si sta ravvedendo.

  3. Sono in molti ad essere scioccati,anche perchè l’aspetto pacioso contrasta con la realtà dei fatti.
    Il potere provoca effetti strani, all’università come in politica, e credo che una cosa sia conseguenza dell’altra. I docenti universitari hanno sempre un mentore illustre che spiana loro la strada ( così diceva e dice ancora il nostro eroe!). I comuni mortali lottano di più per avere molto di meno, in termini di gloria e denaro.
    Credono però, molti baroni, di poter applicare la stessa logica ovunque. Ma non è così. In politica è possibile che la spregiudicatezza paghi, ma occorrono legami con il tessuto sociale, rete di conoscenze e parentele. Altrimenti si resta quello che si : baronelli arroganti, illusi di manovrare il prossimo per sempre( ma con una pirla come me ha avuto gioco facile….) , servendosi del servitorame più disponibile.
    Non lo permetterò: per i miei figli, i miei studenti e quelli che hanno, in buona fede, votato per IdV. Spero di riuscirci…with a little help from my friends.

  4. Ringrazio per l’estenuante lavoro fatto dagli amici del direttivo e dalla segreteria IdV teso a chiarire il piu’ possibile l’epilogo (?) di questa intricata situazione che aveva raggiunto il suo apice proprio a cavallo delle Festivita’ di fine Anno, quando si dovrebbere essere tutti in pace con se stessi e con il mondo ?!?.
    Sono, come Mister_NixOS, abbastanza scioccata e dispiaciuta per questi eventi sicuramente stressanti quanto poco edificanti.
    Mi auguro che l’incresciosa vicenda si sia conclusa con la riunione del 9 gennaio e le conseguenti decisioni e che il resto del 2009 rappresenti un’autostrada per IdV Trentino, un’autostrada libera da intoppi che permetta la realizzazione dei molti progetti in cantiere.

    Then GO Ahead, chinonrisica, your friends are with you …at least I can speak for myself…but am sure I will not be the only one!

  5. Grazie a tutti! Ritrovare solidarietà dopo tanto astio e tanto veleno mi rimette in sesto.
    Per il tanto lavoro che ci resta da fare.

  6. Conta pure anche sul mio aiuto e sulla mia amicizia sincera.

  7. Grazie, è una lotta dura, impari, ma ci sono ragioni che devono essere difese e soprattutto da un partito come il nostro.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: