Pubblicato da: chinonrisica | 12 dicembre 2008

Gaber e la crisi

Ogni crisi ha, in nuce, anche etimologicamente, l’idea del cambiamento.Non necessariamente in peggio. Ma oggi, con lo sciopero, i lavoratori hanno dimostrato che il cambiamento è negativo per i lavoratori.

Negli USA l’industria automobilistica ha le ore contate. In Italia la cassa integrazione impazza e i redditi, già bassi, diminuiscono ulteriormente perchè il lavoro manca e le banche strangolano chi ha effettuato crediti al consumo.

Rispondere con la “social card” è un affare solo per chi produce le “card”.Non sarebbe stato più utile aggiungere una somma ( dignitosa) direttamente alla pensione o allo stipendio?

Ai miei studenti ho insegnato spesso che, se la spesa per incassare è troppo alta, non conviene nemmeno incassare. E con la tessera magnetica i presupposti di spesa superiore all’entrata ci sono tutti.

Vedere la preoccupazione negli occhi di chi lavora oggi ,non sapendo se lo potrà  fare domani, fa sembrare ingenua la preoccupazione che ci fu al momento di entrata in vigore dell’euro: gli arrotondamenti e i centesimi.

Pinzillacchere, direbbe Totò, rispetto alla perdita drammatica di potere d’acquisto che al mancato controllo sulle dinamiche di cambio è poi realmente seguito.

Non l’euro, senza il quale saremmo al disastro, ma le furbizie di chi ha giocato sulla conversione, di chi non ha controllato, di chi ha fatto esplodere le tariffe pubbliche, sono alla base delle attuali povertà.

Che in Italia erano già gravi prima che  sulle stesse si riversasse, come uno tsunami, la crisi esplosa sui mercati finanziari, prima, e reali poi.

Ne usciremo?  Giorgio Gaber cantava, non ricordo in che anno, la canzone di cui incollo il testo:

 Si lamenta, l’impresario,
che il teatro più non va,
ma, non sà rendere vario,
lo spettacolo che dà:
“Ah… la crisi!”
Ma cos’è questa crisi? (due volte)
Metta in scena, un buon autore,
faccia agire un buon attore,
e vedrà…
che, la crisi, passerà!

 
Un riccone, avaro e vecchio,
dice: “ahimè, cosi non và…
vedo nero nello specchio…
chissà come finirà…
Ah… la crisi!”
Ma cos’è questa crisi? (due volte)
Cavi fuori il portafogli,
metta in giroi grossi fogli,
e vedrà…
che, la crisi, finirà!
 
Si lamenta Nicodemo,
della crisi, lui che và…
nel casino di San Remo,
a giuocare il baccarà:
“Ah… la crisi!”
Ma cos’è questa crisi? (due volte)
Lasci stare il gavazzare,
cerchi un pò di lavorare,
e vedrà…
che, la crisi, finirà!
 
Tutte quante le Nazioni
si lamentano cosi!
Conferenze, riunioni,
ma si resta sempreli:
“Ah… la crisi!”
Ma cos’è questa crisi? (due volte)
Rinunciate all’opinione,
della parte del leone
e chissà…
che, la crisi, finirà!
 
L’esercente, poveretto,
non sa più che cosa far…
e contempla quel cassetto,
che riempiva di danar:
“Ah… la crisi!”
Ma cos’è questa crisi? (due volte)
Si contenti di guadagnare,
quel ch’è giusto e non grattare
e vedrà…
che, la crisi, passerà!
 
E perfin la donna bella,
alla crisi s’intonò…
e, per far la linea snella,
digiunando sospirò:
“Ah… la crisi!”
Ma cos’è questa crisi? (due volte)
Mangi un sacco di patate,
non mi sprechi le nottate…
e vedrà…
che, la curva, tornerà!
 
Per finire
 

Ma… cos’è questa crisi?
chi ce l’ha, li metta fuori…
circolare!
miei signori…
e, chissà…
che, la crisi, finirà!

Annunci

Responses

  1. Non è di Gaber questa canzone bensì di Rodolfo De Angelis del 1933. . .e molto influenzata di retaggi fascisti

  2. Vero, la canzone è più vecchia di quanto si conosca. Ma di certo è Gaber che l’ha resa famosa.Quanto ai retaggi fascisti non so….certo è molto attuale, nei contenuti e nei presunti rimedi suggeriti.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: