Pubblicato da: chinonrisica | 28 novembre 2008

Neve

Vides ut alta stet nive candidum
Soracte nec iam sustineant onus
silvae laborantes geluque
flumina constiterint acuto?

Dissolve frigus ligna super foco
large reponens atque benignius
deprome quadrimum Sabina,
o Thaliarche, merum diota.
………………………………………..

Vedi come per l’alta neve candido
si innalza il Soratte! Già le selve cedono
affaticate dal peso e i fiumi
sono ghiacciati per il gelo acuto.

Scaccia il freddo,
aggiungendo abbondante legna al focolare,
e versa con maggior generosità, Taliarco,
vino di quattr’anni
dall’anfora sabina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: