Pubblicato da: chinonrisica | 20 novembre 2008

Casa mia, casa mia…..

La casa è un diritto. Ciascuno dovrebbe poter contare su un luogo proprio, intimo, amico. Ma i prezzi delle abitazioni, specie in Trentino, sono proibitivi, soprattutto perchè l’economia dei servizi ci ha abituati alla figura dell’agenzia.

Ci sono agenzie per ogni cosa: matrimoniali( evitano l’imbarazzo e i rischi della valutazione delle intenzioni reciproche), di viaggio ( evitano i pericoli del turismo-fai -da- te),di pratiche auto( di cui so poco, perchè non ho la patente)e immobiliari.

In questi giorni due giovani imprenditori, titolari di un’agenzia immobiliare trentina, hanno proposto di abbattere i costi di acquisto per l’abitazione dimezzando la loro quota  di profitto: la provvigione che spetterebbe loro in qualità di mediatori sia dal venditore che dal compratore, viene applicata al solo venditore.

Si tratta di un’operazione commerciale, ovviamente ispirata dlla necessità di catturare clientela, non certo da spirito benefico.

  «Non è dalla benevolenza del macellaio, del birraio o del fornaio che ci aspettiamo il nostro desinare, ma dalla considerazione del loro interesse personale. Non ci rivolgiamo alla loro umanità ma al loro egoismo, e partiamo dai loro vantaggi e mai dalle nostre necessità. All’infuori del mendicante, nessuno sceglie di dipendere dalla benevolenza dei suoi concittadini».

Smith, padre del liberalismo economico, aveva capito che il reciproco interesse muove il mondo.Non è politica, solo economia, anzi, psicologia o forse semplice , e un po’ spietato,  buon senso.

Quindi perchè opporsi ad un’operazione che, una volta tanto, avvantaggia anche i consumatori?

Perchè escludere questi due giovani imprenditori ,coraggiosi e attenti a quanto avviene anche a livello nazionale, da un percorso punbblicitario che permetterebbe a loro di farsi conoscere e a molti di risparmiare?

Perchè il liberalismo va bene solo a corrente alternata. E’ utile invocarlo quando ci si lamenta dei “lacci e lacciuoli” della burocrazia e dell’invadenza delle leggi, ma è vilipeso e snobbato quando consente a chi ha più idee di emergere.

La strategia di marketing attuata dai due immobiliaristi non è nuova, per l’economia. Altri hanno realizzato vendite a bassissimo margine di profitto, almeno in una fase iniziale della loro attività. E davanti alle proteste, prontamente levatesi, di chi temeva una concorrenza sleale sono ricorsi ai giudici.

E’ capitato spesso, però, che la Corte di Cassazione avallasse questi comportamenti e li giudicasse legittimi.

E allora, perchè non permettere, con buongusto ed eleganza, che ognuno combatta, nel commercio e nella concorrenza, con le armi che riesce a sfoderare?

Da questa come da altre situazioni, noi consumatori ed utenti potremmo guadagnare e forse, finalmente, tornare a risparmiare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: