Pubblicato da: chinonrisica | 3 novembre 2008

Orgoglio docente

Le proteste dei giorni scorsi in materia di scuola sono state liquidate, da molti, come pretestuose.

E forse in parte lo erano anche, soprattutto quelle organizzate da alcuni sindacati, più attenti alla loro bottega personale che alla situazione dei docenti e degli studenti.

“Gli insegnanti sono troppi!” hanno detto in molti, ed hanno snocciolato cifre  poste a paragone di altre cifre, quelle europee, sul numero di insegnanti per alunno.

Ma nel resto d’Europa non esistono gli insegnanti di religione posti a carico del bilancio nazionale. E i docenti di sostegno sono  registrati sotto la voce “sanità” nella contabilità di Stato.

In Italia, invece, tutto viene ricondotto alla scuola: quasi che i docenti abbiano valenze molteplici e tutti i problemi, legati magari al disagio, alla gestione del proprio credo e della propria spiritualità, alla caratterialità siano risolvibili da un corpo docente già oberato dalla burocrazia e da classi numerose e difficili.

Non ho nulla contro i collleghi che insegnano religione: sono nella quasi totalità persone splendide e colte, che mettono a disposizione saperi preziosi, con professionalità e delicatezza, nè contro i docenti di sostegno, insostituibili nel loro lavoro quotidiano.Ma è il bilancio a creare dei limiti e delle ambiguità.

Non si può dire che siamo troppi e poi inserire nella voce”scuola” ciò che in altri Paesi viene chiamato diversamente. I dati, per essere paragonati, devono essere omogenei.

I docenti vivono la loro professionalità in modo timido: è talmente bello  il nostro lavoro, talmente creativo e coinvolgente, che genera invidia e di questo sembriamo scusarci.

Dobbiamo imparare ad andare fieri della nostra attività, chiedere rispetto e considerazione almeno pari a quella tributata a tanti baroni, che non hanno superato nemmeno la metà dei nostri concorsi e ai quali nessuno chiede di recuperare i dieci minuti delle ore di lezione che ne durano 50!

Non siamo troppi, perciò, siamo soli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: